L'ideale dell’otium e la modernità: “ne travaillez jamais”

Conteúdo do artigo principal

Maria Teresa Ricci

Resumo

L’articolo propone una breve storia della nozione di “otium” dall’antichità ai nostri giorni. Mostra come nella Grecia
antica la vita oziosa viene considerata onorevole e come invece vengono condannati il “lavoro”, inteso nel senso di assenza di
libertà, e la ricerca della ricchezza come fine a se stessa. Queste idee riappaiono nel corso della storia, ad esempio, nella trattatistica del comportamento che fiorisce nel Rinascimento, negli ideali cortigiani, cosi’ come tra le classi marginali della società.

Downloads

Não há dados estatísticos.

Detalhes do artigo

Como Citar
RICCI, M. T. L’ideale dell’otium e la modernità: : “ne travaillez jamais”. EXILIUM Revista de Estudos da Contemporaneidade, [S. l.], v. 1, n. 2, p. 125–140, 2021. DOI: 10.34024/exilium.v1i2.12221. Disponível em: https://periodicos.unifesp.br/index.php/exilium/article/view/12221. Acesso em: 21 set. 2021.
Seção
Crítica da Contemporaneidade